GIUA

Avviata dal padre alla passione per la musica, inizia giovanissima la sua carriera di cantautrice. Riceve numerosi riconoscimenti: Premio Lunezia, Festival di Castrocaro, Premio Recanati, Mantova Musica Festival.

Nel 2008 è finalista al Festival di Sanremo e pubblica il suo primo album Giua per Sony-Bmg, prodotto da Beppe Quirici e Adele Di Palma.

Collabora con artisti importanti (Avion Travel, Armando Corsi - di cui è stata allieva -, Riccardo Tesi, Adriana Calcanhotto, Pippo Pollina, Fausto Mesolella, per citarne alcuni) e si fa notare come raffinata interprete di F. De André, Bindi, Lauzi, Gaber, De Gregori.



Numerose le partecipazioni a festival nazionali e internazionali e le collaborazioni teatrali come autrice delle musiche e interprete in scena (Festival dei due mondi di Spoleto, Barnasants Festival di Barcellona, Teatro della Tosse e Teatro Stabile di Genova).

Tra le collaborazioni a progetti musicali in studio: Italian Cafè (Putumayo World Music 2005); Il diverso sei tu , raccolta di canzoni di F. De André, diretta e realizzata dagli Gnu Quartet; Capo Verde Terra d'Amore vol.1 , album dedicato a Cesaria Evora (Sony-Bmg 2009); La Leva Cantautorale degli Anni Zero , raccolta prodotta dal Premio Tenco (Ala Bianca-Warner 2010); Madreperla , album di Riccardo Tesi (Materiali Sonori 2011).

Nel gennaio 2012 esce TrE , il suo secondo lavoro discografico in collaborazione con il chitarrista Armando Corsi, un doppio cd distribuito da Egea music, con ospiti importanti: Jaques Morelenbaum, Oscar Prudente, Riccardo Tesi, Mario Arcari. Il live di TrE è stato ospitato nelle più prestigiose rassegne musicali (Itinerari Folk di Trento, Etnomusic di Pescara, Auditorium Parco della musica di Roma).

Nel 2013 Gallucci editore pubblica Girotondo di Elefanti , un libro musicale in cui Giua assieme alla mitica Banda Osiris interpreta una filastrocca per bambini scritta dal poeta Pier Mario Giovannone e illustrata da Sophie Fatus.

Nel 2014 è tra le fondatrici del Coro Popolare della Maddalena, una corale multietnica costituita dagli abitanti dell’omonimo quartiere genovese, progetto che ha già attirato l’attenzione di molte istituzioni e associazioni, patrocinato e sponsorizzato dal Comune di Genova, dal Patto della Maddalena, dalla Compagnia San Paolo e dalla Tavola Valdese.

Del 2015 è la sua collaborazione in qualità di interprete e musicista col Teatro dell’Archivolto per lo spettacolo Quello che non ho con Neri Marcoré: la tournée ha toccato le più belle città e i più bei teatri italiani, e verrà ripresa a gennaio 2017. Nel gennaio 2016 è uscito il suo nuovo disco E Improvvisamente per Egea Music, arrangiato assieme al Maestro Stefano Cabrera, violoncellista ed arrangiatore degli Gnu Quartet, e frutto di una produzione dal basso organizzata su Musicraiser.

Tanti i musicisti e gli ospiti importanti, tra cui spiccano Zibba, Pilar e Victoria Vox.

Parallelamente al suo percorso musicale, Giua conduce una personale ricerca nell’ambito delle arti visive. Dal 2005 espone i suoi quadri e le sue sculture in mostre collettive e personali a cura dell’Archivio internazionale d’arte contemporanea Ellequadrodocumenti nei format Artour-O il Must e il Misa pensati e realizzati dall’architetto Tiziana Leopizzi.

Leggi tutto > x Chiudi