Riccardo Sinigallia

Nato a roma il 4 marzo del 1970.
Scrive canzoni dall'età di 12 anni. Nel 1988 forma i 6 suoi ex, band con cui scrive, suona e canta per quattro anni nei centri sociali e nei club dei primi anni '90. Nel 1994 comincia la collaborazione come autore con Niccoló Fabi di cui produce e arrangia i primi 2 album Il giardiniere e Niccoló Fabi e con cui firma - tra le altre - canzoni come Dica, Capelli, Rosso, Vento d'Estate, Lasciarsi un giorno a Roma. Nel 1997 produce e firma alcune canzoni de La favola di Adamo ed Eva di Max Gazzè, tra cui Cara Valentina, L'amore pensato, Una musica puó fare e la già citata Vento d'estate.

E' dello stesso periodo il ritornello di Quelli che benpensano di Frankie Hi Nrg Mc con il quale dirigerà anche il videoclip, iniziando una lunga collaborazione che lo vedrà dietro alla macchina da presa anche da solo per molte delle sue produzioni musicali tra cui quella dei Tiromancino. Nel 2000 l'uscita de La descrizione di un attimo  album di cui firma la produzione e tutte le canzoni tra cui quella che darà il titolo al disco, ma anche Due destini che sarà nei titoli di coda de Le fate ignoranti, e Strade con cui parteciperà in duetto al festival di Sanremo di Fabio Fazio. uno dei dischi migliori dei Tiromancino.Sempre del 2000 è la scrittura e la produzione di Medicina buona della Comitiva, collettivo in cui figurano Frankie hi-nrg, Elisa, Ice One, Francesco Zampaglione e Franco Califano. Nel 2003 esce il suo primo lavoro Riccardo Sinigallia che viene spesso inserito nelle classifiche dei migliori dischi italiani di questi anni dalla critica specializzata. Nel 2006 viene pubblicato Incontri a metà strada, album che raccoglie nuovamente molti consensi da parte della critica e con cui riesce a crearsi un proprio spazio nel panorama della canzone d'autore italiana contemporanea. È autore delle colonne sonore di Paz! e Amatemi di Renato de Maria. Nel 2008 Luca Carboni lo chiama per Musiche Ribelli, dove insieme i due reinterpretano alcune delle canzoni più significative del cantautorato italiano degli anni '70, tra cui Ho visto anche degli zingari felici di Claudio Lolli e La casa di Hilde di Francesco De Gregori. Del 2012 è Planetario dei deProducers - musica per conferenze spaziali - realizzato insieme a Max Casacci, Gianni Maroccolo, Vittorio Cosma, Howie B, Dodo Nkishi e Fabio Peri conservatore del Planetario di Milano. Con questa superband firma anche le colonne sonore di “Una vita oscena” di Renato De Maria e di “Italy in a day” di Gabriele Salvatores per il quale vincono al Festival di Venezia 2014 il premio per Miglior brano originale Just one day.

Partecipa al Festival di Sanremo 2014 con i brani Prima di andare via e Una rigenerazione che anticipano il terzo album solista “Per Tutti” pubblicato dalla Sugar di Caterina Caselli. Successivamente torna a vestire i panni del produttore per il rapper romano Coez nell’album “Non erano fiori” e per la rivelazione dell’indie rock Motta nell’album “La fine dei vent’anni”.

Invitato da Valerio Mastrandrea firma e interpreta A cuor leggero per i titoli di coda del film “Non essere cattivo” di Claudio Caligari, aggiudicandosi il premio Assomusica al Festival del Cinema di Venezia e la candidatura come migliore canzone originale ai David di Donatello.

Leggi tutto > x Chiudi

Discografia

2014Per Tutti

ACQUISTA SU iTunesSpotify